Logo Associazione "Comunicazione Pubblica"

Marketing sociale
e comunicazione per la salute

Logo Coordinamento Nazionale Marketing Sociale

Modelli organizzativi

     

Costruzione sociale della salute: obiettivi, organizzazione, strumenti

In seguito alla modifica del Titolo V della parte II della Costituzione, la tutela della salute è diventata materia di legislazione concorrente, per cui "spetta alle Regioni la potestà legislativa, salvo che per la determinazione dei principi fondamentali, riservata alla legislazione dello Stato".
Pertanto, è compito delle Regioni definire le linee d'indirizzo per l'organizzazione dei servizi preposti alla comunicazione sui temi di salute negli Enti Pubblici.

Comunicare la salute: l'organizzazione di un'Azienda Sanitaria
La comunicazione per la salute fa parte del processo di costruzione sociale della salute, che definisce i valori, gli obiettivi. Le aziende sanitarie si dotano dell'organizzazione e degli strumenti necessari per perseguirli. I cardini del "Sistema comunicazione" sono: il piano di comunicazione, la negoziazione del budget annuale, le verifiche di processo e di esito delle iniziative attuate. Un tentativo di sistematizzazione viene proposto nello schema sopra riportato.

 

Per condividere le esperienze e conoscere i modelli organizzativi dei servizi preposti alla comunicazione per la salute, si richiede di segnalare le strutture da inserire nel seguente elenco in costruzione: AUSL e Servizi preposti alla comunicazione

Alcune delle linee di sviluppo dei modelli organizzativi possono essere apptofonditi anche attraverso l'Area tematica: Programmazione e Indirizzi

 

________________________________________________________

All'interno del contesto organizzativo, di rilievo è il tema dei profili professionali


Esempi di bandi di Enti che tra i primi hanno recepito e applicato le indicazioni sui profili professionali dei comunicatori pubblici:
  • Azienda USL di Reggio Emilia - Bando di Concorso 2006: "Ai sensi del DPR 483/97, del D.lgs. 165/2001, della L. 150/2000 e del DPR 422/2001 è bandito un concorso per titoli ed esami per N. 1 posto di Dirigente Sociologo quale responsabile dello staff comunicazione della Direzione Generale".
  • ARPAT Toscana - Agenzia Regionale per la protezione ambientale, Bando di Concorso 2005: "Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 1 posto di Assistente Amministrativo addetto all'Ufficio Relazioni con il Pubblico a tempo indeterminato".
  • Comune di Roma, Bando di concorso 2005: "Procedura concorsuale pubblica, per esami, per il conferimento di n. 2 posti nel profilo professionale di Dirigente Comunicazione a tempo indeterminato".
  • Comune di Porto Ferraio, Bando di Concorso 2005: "Selezione pubblica per eventuale assunzione, ex art. 110, CO1, D.leg.vo 267/2000, di 1 Istruttore Direttivo Comunicatore Pubblico per l'affidamento di compiti di alta specializzazione (URP) con contratto di diritto privato".
  • Comune di Varese, Bando di Concorso 2005: "Avviso pubblico per la selezione comparata di curriula per l'affidamento di incarico professionale per il supporto all'Ufficio Comunicazione.
  • Agenzia delle Entrate, Bando di Concorso 2005: "Selezione pubblica per l'assunzione con contratto di formazione e lavoro di 24 funzionari per la terza area, prima fascia retributiva, per lo svolgimento delle attività di comunicazione".


Di particolare interesse, infine, il documento "La famiglia della comunicazione nella classificazione del personale del Comune di Roma" - Luglio 2006.

________________________________________________________

Riferimenti bibliografici

  • Mallarini E. "Azienda Sanitaria e Paziente, un rapporto in evoluzione. Il trust oriented marketing applicato alla sanità". Mecosan 2003, n. 45: 25-43.
  • "Organizzazione sanitaria e comunicazione istituzionale" In: Beccastrini S. Competenze comunicative per gli operatori della salute . Torino, Centro Scientifico Editore 2000, p. 305-316.
  • La comunicazione con i cittadini per la salute - Piano Sanitario Regionale 1999-2001, Regione Emilia-Romagna - Rapporto tecnico per la definizione di obiettivi e strategie per la salute

________________________________________________________

Segnalazioni

Social Marketing & Health Promotion: designing a public health model
WSM Toronto 2013 From the Abstract Book of the World Social Marketing Conference Toronto 2013 (ISBN 978-0-9576830-0-6).
"In literature, Social marketing has different classifications. Lefebvre (2011) distinguishes between Developed Countries, where the main goal is the behaviour change and Developing Countries where the focus is on products/services. Jeff French (2010) makes a distinction between the culture of social marketing in North America and that in the United Kingdom. We propose considering the differences in financing: in universal public health systems, paid largely from taxation, a priority setting which involves all the social actors is necessary, and the Public Sector is responsible for “Social Good”. Where the health system is based on social insurance, this determines what “Social Good” is. In addition to this organizational division between the individualistic model and the model of solidarity, the complexity that characterizes the contemporary world obliges us to consider additional factors, such as the type of choice with respect to the coverage (mandatory or voluntary) and the quantification of the cost for the citizen (linked to health risk, to income or fixed)." Continue reading »
(Newsletter 114 - Luglio 2013)

 

Promozione della salute e web 2.0: a Napoli nuove prospettive di comunicazione tra medici e pazienti
Il nuovo web magazine dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II. Area Comunicazione è un periodico on line rivolto ai professionisti della salute e ai cittadini, con articoli che riguardano la scienza e la medicina, la prevenzione e la promozione della salute, le iniziative di aggiornamento e formazione ma anche la cultura e la società, le innovazioni tecnologiche ed i nuovi media. Nato nel 2009 come un blog informativo aziendale, oggi il web magazine si presenta, a seguito di un significativo restyling, con un’impostazione di taglio giornalistico ed offre nuove funzionalità. I lettori possono, infatti, commentare gli articoli e condividerli sui principali social network. Il web magazine rappresenta sia uno strumento di comunicazione interna, perché consente ai professionisti dell’AOU di condividere le numerose attività cliniche e di ricerca svolte dall’Azienda, sia di comunicazione esterna, attivando un dialogo diretto ed innovativo con la cittadinanza sui temi della salute e del benessere.
(Newsletter 111 - Maggio 2013)

 

Health Promotion Capacity Building: le competenze professionali
Il manuale "CompHP Professional Standards for Health Promotion", secondo di una serie di tre, presenta l'insieme di standard professionali per le pratiche di Promozione della Salute in Europa che sono stati sviluppati come parte del progetto denominato “Developing Competencies and Professional Standards for Health Promotion Capacity Building in Europe (CompHP)2”. CompHP ha sviluppato, testato e perfezionato un framework per standard basati sulle competenze e sull’accreditamento per la promozione della salute in Europa. Il progetto ha impiegato un processo di costruzione del consenso sulla base di consultazioni con gli operatori di promozione della salute, politici, datori di lavoro e fornitori di istruzione in tutta Europa. (Newsletter 100 - luglio 2012)

 

 

Formarsi alla Leadership per promuovere la salute
Il Workshop "Storie di Leadership, Formarsi alla Leadership per Sostenere Interventi di Promozione della Salute nei Contesti di Cura e Prevenzione" promosso dall'Università di Perugia, che si tiene nel capoluogo umbro dal 12 al 14 settembre 2012, è un’occasione di approfondimento che il Centro Sperimentale per l'Educazione Sanitaria intende offrire a tutti gli operatori che hanno responsabilità di coordinamento e gestione delle azioni di promozione della salute. Il percorso formativo, basato sul confronto di esperienze tra operatori e tra operatori e ricercatori, si articola intorno all’approccio narrativo secondo il modello della narrative based health promotion. (Newsletter 100 - luglio 2012)

 

 

A Modena un Gruppo di Pilotaggio sugli stili di vita
Incontro PPS 27 settembre 2011
Si è svolto a Modena, lo scorso 27 settembre, un incontro per lo sviluppo del Programma Territoriale "Comunicazione e promozione della salute". Durante la giornata si è insediato il Gruppo di Pilotaggio del Programma, composto da rappresentanti degli Enti Locali che, in sinergia con il Coordinamento Tecnico e i diversi Gruppi di progetto, consente la pianificazione e la realizzazione delle attività. Al termine della giornata, Giuseppe Fattori ed Eugenio Santoro hanno tenuto un incontro di approfondimento in tema di Web 2.0 e salute.
(Newsletter 87 - ottobre 2011)

 

 

IUHPE: le competenze in promozione della salute
Iuphe L’Unione Internazionale per la Promozione e l’Educazione per la Salute (IUHPE-UIPES) ha avviato da alcuni anni un percorso diretto alla definizione di una visione condivisa sulle competenze dei professionisti di promozione della salute. Tale percorso intende concretizzarsi in un sistema internazionale di accreditamento e garantisce qualità per i cittadini e gli stakeholders, fornendo inoltre ad operatori provenienti da diversi background formativi un- profilo professionale comune.

(Newsletter 75 - ottobre 2010)

 

 

Comunicazione in sanità, un'OASI felice
Comunicazione in sanità, un'OASI felice Il rapporto dell'Osservatorio Aziende Sanitarie Italiane (OASI) dell'Università Bocconi, consolidato strumento per monitorare l'assetto complessivo del SSN e i principali aspetti che lo caratterizzano, costituisce un interessante indicatore per cogliere lo sviluppo delle attività di comunicazione per la salute, in particolare dal punto di vista degli studi aziendali e di management. Nell'edizione 2009 lo studio di Mario Del Vecchio e Valeria Rappini indaga in particolare sulla relazione tra Aziende Sanitarie e stakeholder in una prospettiva di fiducia e legittimazione, facendo emergere l'importanza della comunicazione nella promozione della salute. (Newsletter 62 - gennaio 2010)

 

 

Come adattarsi al meglio ai cambiamenti
Immagine dalla copertina del libro "Chi ha spostato il mio formaggio?"Se il cambiamento è inevitabile (prima o poi capita a tutti nella vita professionale o nella sfera familiare), bisogna farsi trovare pronti ad affrontare le nuove situazioni . È questa la filosofia del libro “Chi ha spostato il mio formaggio?", una raccolta di consigli e suggerimenti per far fronte ai cambiamenti, raccontata attraverso la favola dei due topolini (Nasofino e Trottolino) e dei due gnomi (Tentenna e Ridolino) alla ricerca di nuovi depositi di formaggio. Una recensione del testo a cura del sito "La differenza".
(Newsletter 48 - dicembre 2008)

 

 

Come instaurare partnership di successo (non tutto avviene per natura)
Simbiosi tra coccodrillo e piviereElene Barbera, Elisa Ferro e Sonia Scarponi di DoRS hanno tratto una fact-sheet operativa sulle modalità per instaurare e mantenere reti di successo dall’articolo: “Being well-connected: starting and maintaining successful partnership” di K.D. Goldman, K.J.Shmalz.
(Newsletter 46 - novembre 2008)

 

 

 

Innovazione organizzativa per Guadagnare Salute: modelli a confronto
Il convegno, organizzato dalle Aziende Sanitarie modenesi in collaborazione con FIASO a Forum PA 2008, presenta e discute, alla luce dell’attivazione del programma “Guadagnare Salute”, modelli organizzativi che favoriscono, a livello locale, la collaborazione tra Aziende Sanitarie Ospedaliere, Universitarie e Territoriali per la promozione della salute.

 

 

 

Il comunicatore pubblico: pratiche, culture e competenze
Comunicazione pubblica: etica e responsabilitàNell’ambito di una ricerca scientifica sul tema dell’etica nella comunicazione pubblica, condotta dal Dipartimento di Discipline della Comunicazione dell’Università di Bologna in collaborazione con l’Associazione "Comunicazione Pubblica", è proposta una breve scheda di rilevazione per raccogliere informazioni su professionalità e modalità organizzative dei servizi e degli uffici di comunicazione pubblica in tutta Italia. In considerazione del ruolo di elevata responsabilità che il comunicatore pubblico può assumere nei processi di mediazione degli interessi e delle opinioni, è prezioso poter contare sul vostro contributo: sono richiesti alcuni minuti del vostro tempo per tracciare una “mappa” della comunicazione pubblica nel nostro Paese.

 

Qualità e certificazione della comunicazione pubblica per la salute
ISO 9001 DNVPrima esperienza nel settore, la la certificazione Uni En Iso 9001 per "Comunicazione e Immagine - Ufficio stampa e relazioni esterne" dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. Nell'articolo di Marco Magheri, Responsabile del Servizio, la descrizione del percorso che ha portato all'attribuzione del bollino di qualità da parte dell'ente certificatore Dnv. (Sole24ore Sanità, 17-23 giugno 2008).

 

 

La comunicazione nei percorsi di promozione della salute
L'Agence de la santè publique du Canada propone un modello di riferimento per le attività di promozione della salute nel quale si sottolinea il ruolo della comunicazione nei differenti livelli nei quali agisce. Il modello si presta ad essere reso operativo attraverso differenti punti di partenza: il determinante della salute sul quale si ritiene opportuno intervenire, la strategia d'azione che si pensa di utilizzare, oppure il target di riferimento che si è individuato.
(Newsletter 25 - ottobre 2007)

 

La lettura organizzativa attraverso l'analisi linguistica dei testi
Copertina Panorama della Sanità
L'incontro tra tecnologie informatiche e lingua scritta e parlata quale opportunità per il management della sanità per trasformare i documenti testuali in fonte di informazione e conoscenza: tali temi sono discussi nell'articolo di G .Marino, C. Maccaferri, S. Di Tella, M. Montanari e A. Guerzoni (Direzione Sanitaria - Azienda USL di Modena) pubblicato da Panorma della Sanità nel settembre 2007.
(Newsletter 24 - settembre 2007)

 

 

Sinergie per una comunicazione efficace
Il Sistema Integrato di Comunicazione Territoriale (SICT) di Ferrara coinvolge Università, Consorzio Ferrara Ricerche, Azienda Ospedaliera e Azienda USL in una rete relazionale sviluppata per valorizzare ricerca, didattica e assistenza della provincia. Il progetto favorisce la sinergia tra le istituzioni partecipanti e ne ottimizza le risorse per la realizzazione di azioni informative ed eventi. (Newsletter 19 - giugno 2007)

 

“Guadagnare salute”: il ruolo strategico della comunicazione pubblica
La comunicazione è il fulcro di “Guadagnare salute”, programma multidisciplinare per la prevenzione e il controllo delle malattie croniche approvato dal Consiglio dei Ministri il 16 febbraio 2007.
Il documento, volto alla prevenzione di quattro principali fattori di rischio (fumo, alcol, scorretta alimentazione e inattività fisica), “privilegia la comunicazione per la salute”, enfatizzandone il ruolo strategico. Il programma sostiene, inoltre, che “la comunicazione rappresenta una componente integrata degli interventi di prevenzione […] ed è uno strumento importante di informazione e conoscenza per le persone”.
(Newsletter 12 - marzo 2007)