Logo Associazione "Comunicazione Pubblica"

Marketing sociale
e comunicazione per la salute

Logo Coordinamento Nazionale Marketing Sociale
 
Newsletter - 102
settembre 2012
Aspettativa di vita, reddito, disugualianze: 200 anni di storia dell'umanità
Hans RoslingIn un video "trascinante" per contenuti, ritmo e attese per i passaggi successivi, Hans Rosling, esperto di fama internazionale di salute pubblica, racconta la storia di 200 Paesi negli ultimi 200 anni mettendo a confronto aspettativa di vita e reddito. Oltre 120.000 numeri in soli 4 minuti, resi graficamente attraverso la realtà aumentata (grafica tridimensionale sovrapposta alle immagini): ne emerge un mondo con trend positivi di crescita, eppure caratterizzato da disuguaglianze anche impressionati. Scomporre, leggere, capire: con maestria e competenza, la narrazione di Rosling mette a nudo aspetti significativi della realtà del Terzo Millennio. Una nota: nel sito di Rosling, gapminder.org, è possibile cimentarsi direttamente nel combinare tutte queste informazioni e statistiche. Aree tematiche --> [Programmazione e indirizzi]
[Contrasto alle disuguaglianze]
 
Al Festival della Salute parte il gioco online "#web2salute"
#web2salute
Promosso dall'Associazione "Marketing sociale e comunicazione per la salute" (MKTS), il Gioco Online #web2salute coinvolge le scuole interessate in un coinvolgente percorso di riflessione sugli stili di vita salutari. Con un Tweet inviato a @mktsociale e l'hashtag #web2salute, gli studenti possono liberare la propria fantasia e immaginazione sul mangiar sano, fare attività fisica, prestare atenzione ad alcol e sigarette. Le premiazioni dei tweet migliori il 27 settembre alle ore 10 durante il Festival della Salute Junior al "Caffè della Versiliana" a Marina di Pietrasanta (LU), nel corso dell'incontro “La salute ai tempi del web 2.0”.
Aree tematiche --> [Nuovi Media]
 
Pinterest e salute: idee e opportunità
Mobile subscriptionLa lettura dell'articolo "How the medical industry is using (and could use): Pinterest" suggerisce interessanti prospettive nella definizione di una social media strategy che includa la condivisione di immagini. Pinterest, che si integra agilmente con Facebook, Twitter, blog e siti web, presenta casi ancora sperimentali di utilizzo su temi quali sanità e salute, con approcci variegati e idee ancora embrionali. La possibilità di raccontare storie attraverso le immagini e di creare community che condividono specifici interessi consente di aggregarsi attorno ad argomenti collegati ad alcune delle principali patologie, con spazio anche per iniziative nel campo delle prevenzione e della promozione della salute.
Aree tematiche --> [Nuovi Media]
 
Scrivere per i social media: un aiuto dai CDC
Guide to Writing for Social Media Grazie all'esperienza maturata negli ultimi anni di campagne di comunicazione per la salute on line, i CDC diffondono la propria "Guide to Writing for Social Media". Dagli esempi positivi di differenziazione dei messaggi alle modalità per rendere i contenuti più facilmente condivisibili con altri, dal coinvolgimento dei destinatari alle strategie di empowerment per poter compiere autonomamente scelte a vantaggio della propria salute, fino agli errori più banali che possono essere facilmente evitati, la guida si rivela un interessante strumento per quanti utilizzano professionalmente canali come Facebook, Twitter, gli sms per trattare temi di salute.
Aree tematiche -->[Nuovi Media]
 

Tra Hiv/AIDS e stigma
Mobile subscriptionUno studio pubblicato dal Social Scienze & Medicine e relativo all'India descrive le radici, gli "agenti" e le manifestazioni effettive dello stigma in tema di HIV/AIDS, indagando sulle conseguenze nell'accesso a servizi che si occupano di Prevention of Parent to Child Transmission (PPTCT). Riassunto in questo framwork interpretativo, lo studio mostra come la paura di trasmissione dell'HIV attraverso il contatto fisico e il giudizio morale sulle persone HIV positive traggano origine dalle tradizioni culturali, dalle strutture sociali e dalle istituzioni governative, che influenzano i principali diffusori, anche involontari, di atteggiamenti stigmatizzanti (operatori sanitari, membri della comunità, famiglia, oltre a se stessi). Questi attiggiamenti si manifestano in esperienze discriminatorie, nella consapevolezza dell'ampia diffusione nei contesti sociali di pregiudizi e in forme di interiorizzazione di essi, che portano a nascondere il proprio stato di salute e ad evitare consapevolmente l'accesso ai servizi. Lo studio completo può essere letto nell'articolo originale.
Aree tematiche --> [AIDS]

 
Giochi, app e prevenzione, anche a Yale
Play - AIDSGiocare con un iPad e vivere una vita più sana? Questa è la speranza di ricercatori di Yale, che hanno realizzato un'applicazione progettata per aiutare adolescenti appartenenti a minoranze etniche a conoscere come prevenire la diffusione dell'HIV. Nell'ambito di una iniziativa più ampia dell'Università di Yale, Play2Prevent, un gruppo della Scuola di Medicina ha condotto specifici focus group con ragazzi del New Haven per raccogliere informazioni dettagliate su fattori e comportamenti che influiscono sui comportamenti a rischio. I risultati hanno consentito di curare contenuti e design di un gioco nuovo iPad intitolato PlayForward: Elm City Stories, che mira a promuovere decisioni a tutela della propria salute tra i giovani.

Aree tematiche -->
[AIDS] [App4Health] [Gamification]
 

I Gruppi di cammino nel cesenate
Gruppi camminoProporre passeggiate alla portata di tutti, la cui partecipazione è libera e gratuita, resa più gradevole dalla compagnia di altri “camminatori”: con questo obiettivo sono nati anche a Cesena i Gruppi di cammino, attraverso i quali le persone si ritrovano spontaneamente a cadenza regolare in un luogo e orario definito per camminare insieme accompagnati da un “walking leader”, un volontario che conduce il gruppo e svolge la funzione di trascinatore e motivatore del gruppo stesso. Il dottor Mauro Palazzi dell'Azienda USL di Cesena ha condiviso con noi i risultati emersi dal questionario di valutazione dell'esperienza.
Aree tematiche --> [Alimentazione e movimento]

 
Tutti i passi per smettere di fumare
Modello transteoretico per smettere di fumareL'articolo di Robinson, An integrative review of adolescent smoking cessation using the transtheoretical model of change, analizza, attraverso una revisione della letteratura in merito, l'applicazione del modello transteoretico per la lotta al fumo, confermandone la validità per interventi rivolti agli adolescenti. Le fasi del cambiamento di comportamento, infatti, si dimostrano positivi strumenti per la personalizzazione degli interventi.
Aree tematiche --> [Fumo]
 
Alcol e minori, l'intervista a Emanuele Scafato
Modello transteoretico per smettere di fumare"Dopo 2-3 mesi di "binge drinking", di abuso di alcol, si registra un danno a livello cerebrale: nell'ippocampo si verifica una riduzione della massa che porta alla perdita del 10-20% della capacità di memoria e della capacità di orientamento. Il deficit cognitivo è irreversibile. Inoltre, negli adolescenti che bevono molto, il fegato può presentarsi all'ecografia come "steatosico", infarcito di grasso". Questo uno dei passaggi dell'intervista a Emanuele Scafato, direttore dell'osservatorio Iss, pubblicata dal CUFRAD. L'intervista è incentrata sul tema della legislazione in merito alla somministrazione e alla vendita di bevande alcoliche ai minori.
Aree tematiche --> [Alcol]
 
Media literacy e promozione della salute
Media LiteracyDoRS Regione Piemonte ha pubblicato una fact sheet curata da Eleonora Tosco e dedicata al tema della media literacy, intesa come la capacità di accedere, analizzare, costruire e valutare i messaggi dei media in tutte le loro forme. Il documento propone un inquadramento teorico della disciplina, l'analisi della relazione tra media literacy e promozione della salute, e una bibliografia e sitografia sul tema. In un interessante passaggio del documento si riafferma come i media siano sempre più radicati e pervasivi nella vita quotidiana delle persone, e pertanto essi debbano essere considerati a tutti gli effetti come determinanti sociali e culturali di salute.
Aree tematiche --> [Mezzi di comunicazione]