Logo Associazione "Comunicazione Pubblica"

Marketing sociale
e comunicazione per la salute

Logo Coordinamento Nazionale Marketing Sociale

Newsletter - 61
22 dicembre 2009

In collaborazione con: Agende 21 Locali ItalianeA Copenhagen da turisti? I silenzi del mondo della salute
Ambiente e salute (Fonte: UN Photo/Martine Perret) Dalla collaborazione tra il Coordinamento Agende 21 Locali Italiane e l'Associazione MKTS nasce un progetto di studio su "Ambiente e salute" (l'ambiente quale determinante di salute) e "Ambiente, salute e comunicazione" (come comunicarlo). Per cominciare, la segnalazione di una lettura di taglio "trasversale" del vertice di Copenhagen della rivista The Lancet, che ha rilanciato sulla necessità di una maggiore integrazione tra le politiche dei due settori. La rivista ha sollevato anche un dibattito sul ruolo dei professionisti della salute per lo sviluppo sostenibile, criticando la scarsa presenza degli operatori della sanità pubblica tra i protagonisti in Danimarca.
Aree tematiche --> [Ambiente e salute]

 

Successi e linee di sviluppo: il marketing sociale per la salute
Copertina del libro "Social Marketing for Public Health" Il volume curato da Hong Cheng, Philip Kotler e Nancy Lee raccoglie casi di successo nell'utilizzo del marketing sociale quale leva per il cambiamento dei comportamenti verso scelte sostenibili e disciplina per migliorare l'efficacia delle strategie di promozione della salute. Esperienze di 15 Paesi dei 5 continenti affrontano temi quali la lotta al fumo, la prevenzione dell'AIDS e delle malattia sessualmente trasmissibili, il contrasto dell'Epatite B. Fin dalla copertina uno spazio per la promozione della salute e la lotta all'obesità attraverso la distribuzione automatica di alimenti: tali argomenti sono affrontati nel capitolo di Giuseppe Fattori, Paola Artoni e Marcello Tedeschi "Choose Health in Food Vending Machines: Obesity Prevention and Healthy Lifestyle Promotion in Italy".
Aree tematiche -->[Marketing sociale]

 

Dalla conoscenza alla programmazione
Programmazione Regionale RERL'analisi degli strumenti di programmazione redatti dalle Conferenze Territoriali Sociali e Sanitarie emiliano-romagnole consente di ritrarre il modo in cui i servizi si organizzano per rispondere, in ogni territorio, all’evoluzione della società e dei bisogni complessi degli individui, costruendo un welfare "su misura", basato sulla coerenza tra i dati e le politiche e che sappia integrare sempre più efficacemente politiche sociali e politiche sanitarie. Questo è quanto emerge dal Rapporto "I nuovi strumenti della programmazione regionale: la sfida del profilo di comunità e dell'atto di indirizzo e coordinamento triennale".
Aree tematiche --> [Programmazione e indirizzi] [Profilo di comunità]

 

La comunicazione per la salute nel Piano di Prevenzione del Piemonte
Bozza Piano Regionale Prevenzione Piemonte 2010-2012La bozza del prossimo Piano Regionale di Prevenzione della Regione Piemonte 2010-2012 declina nei termini della promozione della salute i principi di centralità della salute, intesa come bene comune universale, di equità sociale, di coinvolgimento degli enti locali, di integrazione funzionale, intersettoriale e interistituzionale espressi nel Piano Socio Sanitario Regionale. Un paragrafo del documento è dedicato alla comunicazione per la salute, elemento chiave per facilitare la sinergia tra i diversi settori della collettività (enti, istituzioni, soggetti sociali e cittadini) che possono incidere sui determinanti della salute. Di rilievo, inoltre, tra le indicazioni di sviluppo proposte dal documento, il riferimento alle opportunità offerte dai nuovi media (social network, web 2.0, ecc)
Aree tematiche --> [Comunicazione per la salute] [Programmazione e indirizzi]

 

Un aiuto per smettere di fumare: i concorsi “Quit&Win”
Lotta al fumo Concorsi come “Quit&Win” hanno dimostrato la propria efficacia nella lotta al tabagismo e sono molto apprezzati tra i partecipanti. L'articolo “Optimizing the efficacy of smoking cessation contests: an exploration of determinants of successful quitting” e lo studio “Quit&Win New Zealand”, sintetizzati da Lucia Palombino, mettono in evidenza i punti di forza e di debolezza dei concorsi per smettere di fumare. Tra i principali elementi che emergono: la necessità di incrementare il sistema di supporto ai partecipanti e l'efficacia della radio quale canale di promozione dell'evento.
Aree tematiche --> [Fumo]