Logo Associazione "Comunicazione Pubblica"

Marketing sociale
e comunicazione per la salute

Logo Coordinamento Nazionale Marketing Sociale

Newsletter - 63
29 gennaio 2010

In collaborazione con: Agende 21 Locali Italiane Un metodo RAPID per valutare l'impatto delle politiche sulla salute
Impatto delle politiche sull'ambiente La salute è modificata da determinanti ambientali, sociali, economici, comportamentali. Politiche sanitarie e non sanitarie influenzano i determinanti, che a loro volta influenzano i fattori di rischio dai quali dipende la salute degli individui. Tuttavia poche sono le conoscenze sulle relazioni tra politiche, determinanti di salute e fattori di rischio. Lo sviluppo di queste conoscenze è fondamentale per verificare gli impatti delle politiche sulla salute pubblica.
Nunzia Linzalone, Ricercatrice CNR, ci segnala in proposito il progetto Europeo RAPID (Risk Assessment from Policy to Impact Dimension), finalizzato a sviluppare un modello di valutazione del rischio che parta dalle politiche e risalga agli effetti sulla salute, includendo tutti gli elementi della gestione e della comunicazione del rischio.
Aree tematiche --> [Ambiente e salute]

 

Niente male per una sardina
Pesce azzurro, marketing sociale: prodotto e salute Il Prodotto, elemento essenziale del marketing sociale, raccontato attraverso il ruolo del pesce azzurro per cambiare i comportamenti. Nella nostra rubrica sul sito Partecipasalute in tema di "Marketing sociale e progetti di comunità", abbiamo proposto una riflessione sul progetto "Cuore d'Amare" dell'ASL Napoli 2 nord e della Pro Loco di Pozzuoli, che si propone di ri-valorizzare la preziosa risorsa ittica del territorio per la prevenzione cardiovacolare. Inseriamo tale analisi nel percorso di approfondimento sull'argomento Prodotto, già trattato grazie alle proposte interpretative di Bill Smith sulle cinture di sicurezza e sul dentifricio.

Aree tematiche --> [Marketing sociale]

 

La comunicazione per la salute nel nuovo Piano Oncologico Nazionale
Prevenzione oncologica Il Piano Oncologico Nazionale 2010-2012, recentemente presentato dal Ministro Fazio, affronta i temi connessi all'oncologia a partire dalla prevenzione fino alle cure palliative. Ampio risalto è stato dato alla prevenzione (universale,secondaria e terziaria) e alla continuità di cura in fase diagnostica e terapeutica, ma non solo: il Piano dedica attenzione alla comunicazione, ritenuta necessaria per promuovere comportamenti salutari e per modificare atteggiamenti e convinzioni deleteri per la cura. In particolare è auspicato il coinvolgimento attivo dei cittadini nella tutela della propria salute attraverso adeguate strategie comunicative.
Aree tematiche --> [Programmazione e indirizzi] [Comunicazione per la salute]

 

"Pharma virumque cano..."
Farmaci e comunicazione L'articolo di Luc Bonneville e Isaac Nahon-Serfaty, pubblicato dalla Revue internationale Communication sociale et publique, analizza le retoriche comunicative delle industrie farmaceutiche in un contesto globalizzato e il loro impatto sul consumo di medicinali. Gli autori propongono cinque assi interpretativi di tali strategie: la creazione di nuove nicchie di consumo (le "nuove malattie"); la "frammentazione" dei discorsi sulle malattie conosciute; l'estensione del ciclo di vita del prodotto; l'introduzione di prodotti di alto valore, tecnologico e commerciale; il recupero in una logica concorrenziale delle crisi collegate ai farmaci.
Aree tematiche --> [Mondo dell'informazione]

 

Perché le società più egualitarie vivono meglio
Indice di salute e di problemi sociali - Adattato da: The Equality Trust L'obiettivo della campagna The Equality Trust è rendere il più possibile diffuse le evidenze che provano come vaste disuguaglianze socioeconomiche all'interno di una società incidano negativamente nell'edificazione complessiva della società stessa e contribuiscano a rendere peggiori le condizioni di vita dei suoi componenti. Aspettativa di vita, alfabetizzazione, mortalità infantile, omicidi, numero di detenuti, gravidanze tra le teenagers, fiducia, obesità, salute mentale e dipendenze da droga e alcol, mobilità sociale: il sito sostiene che nel 2010 dovremmo aver maturato ormai la consapevolezza che tali indicatori mostrano i risultati migliori nelle società più egualitarie, come il Giappone.
Aree tematiche --> [Contrasto alle disuguaglianze]